CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA


1.    Efficacia

1.1    Le presenti condizioni generali di contratto (di seguito le “Condizioni Generali”) disciplinano e si applicano a tutte le forniture di Bormioli Pharma S.r.l. (di seguito “Bormioli”) ai propri clienti (di seguito “Clienti” e singolarmente “Cliente” e congiuntamente di seguito “Parti” e singolarmente “Parte”), anche per quanto attiene alla formalizzazione dei relativi rapporti. Le Condizioni Generali costituiscono parte integrante e sostanziale di tutti i contratti di fornitura, intesi quali a) i singoli contratti conclusi a seguito dell’accettazione di ordini b) eventuali altri contratti, anche di durata o comunque relativi a prestazioni periodiche o continuative, stipulati tra le Parti aventi ad oggetto la fornitura dei prodotti di cui al punto 3.1.

1.2    Le condizioni generali del Cliente non saranno applicate, neppure se espressamente richiamate in ordini o conferme d’ordine accettati da Bormioli, salvo diverso ed espresso accordo scritto tra le Parti. Eventuali deroghe alle Condizioni Generali saranno efficaci solo se formalizzate per iscritto e sottoscritte da entrambe le Parti. Le Condizioni Generali sono applicabili sia alle forniture di articoli standard, di cui ai cataloghi di Bormioli, che alle forniture di articoli realizzati su disegno o su specifica richiesta o indicazione del Cliente. Le presenti Condizioni Generali annullano e sostituiscono precedenti condizioni generali di Bormioli o del Cliente applicabili al rapporto. Resta in facoltà di Bormioli di modificare e/o sostituire in ogni momento le presenti Condizioni Generali. Le modifiche e/o sostituzioni avranno efficacia immediata e saranno opponibili ai Clienti non appena verranno loro comunicate per iscritto. Il Cliente avrà facoltà di non accettarle inviando comunicazione scritta a Bormioli. Resta ferma la necessità della specifica approvazione per iscritto delle clausole vessatorie. In difetto di approvazione delle modifiche e/o sostituzioni apportate da Bormioli, resteranno valide le corrispondenti clausole delle presenti Condizioni Generali.

2.    Capitolati di fornitura

2.1.    Costituiscono parte integrante delle Condizioni Generali i Capitolati di Fornitura di Bormioli (di seguito i “Capitolati di Fornitura”), sia pure non allegati alle Condizioni stesse. I Capitolati di Fornitura devono intendersi altresì parte integrante dei singoli contratti di fornitura. I Capitolati di Fornitura possono essere riferiti a categorie di prodotti, a singoli prodotti, nonché a singoli Clienti. Qualora un Capitolato di Fornitura sia specifico per un determinato prodotto, nei rapporti di fornitura relativi a quel determinato prodotto ogni riferimento contenuto nelle Condizioni Generali, ai Capitolati di Fornitura, dovrà intendersi relativo a quel Capitolato specifico, che prevarrà sui Capitolati di Fornitura riguardanti categorie di prodotti. Qualora esista un Capitolato di Fornitura relativo ad un determinato Cliente, nei rapporti di fornitura con quel Cliente ogni riferimento contenuto nelle Condizioni Generali ai Capitolati di Fornitura dovrà intendersi relativo a quel Capitolato specifico, che prevarrà su tutti gli altri Capitolati di Fornitura. E’ fatto salvo ogni diverso accordo scritto tra le Parti.

3.    Prodotti

3.1.    Oggetto dei rapporti di fornitura disciplinati dalle Condizioni Generali sono sia i prodotti standard come pure quelli personalizzati, fabbricati da Bormioli e/o, per conto della stessa, da una sua qualsiasi controllata o da terzi, nonché i prodotti semplicemente commercializzati da Bormioli. Sono personalizzati i prodotti realizzati su disegno o su progetto o comunque su specifica indicazione del Cliente od utilizzando conoscenze tecniche o tecnologiche dello stesso. Il Cliente per il quale siano stati realizzati prodotti personalizzati dovrà manlevare e tenere Bormioli indenne da qualsiasi pretesa di terzi, in particolare a titolo di concorrenza sleale, o per contraffazione o usurpazione di brevetti, marchi, modelli industriali, disegni e modelli ornamentali, o comunque per violazione di diritti di proprietà industriale o intellettuale, diritti d’autore o know-how in genere. Il Cliente si assume ogni responsabilità in relazione al prodotto personalizzato, ai sensi e per gli effetti di cui al D.Lgs. 06.09.2005 n. 206 e della Direttiva 85/374/CE e s.m.i., oltre che di analoghe disposizioni di legge applicabili nei Paesi in cui i prodotti verranno utilizzati e/o commercializzati, obbligandosi a manlevare e tenere indenne Bormioli da qualsivoglia pretesa di terzi, senza che il cliente possa reclamare o eccepire alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione.

3.2.    Bormioli sarà esclusiva titolare di eventuali miglioramenti e/o adattamenti e/o integrazioni dalla stessa apportati al disegno o progetto fornito dal Cliente. Detti miglioramenti e/o adattamenti e/o integrazioni non potranno essere utilizzati dal Cliente né direttamente nè indirettamente. Rimane ferma l’applicazione delle disposizioni di cui al precedente articolo 3.1 anche con riferimento a detti adattamenti, miglioramenti e integrazioni in quanto risultassero basati sul progetto o sul disegno del Cliente.
3.3.    Salvo diverso accordo scritto tra le Parti, gli stampi necessari per la realizzazione dei prodotti personalizzati sono di proprietà esclusiva di Bormioli, anche nel caso in cui il Cliente sia tenuto al pagamento di un contributo a fondo perduto, da concordarsi tra le Parti, che non può in alcun modo considerarsi prezzo. Il Cliente non potrà pretendere la consegna degli stampi, neppure dopo la cessazione del rapporto, fermo restando che, anche in tal caso, gli stessi rimarranno nella proprietà e detenzione di Bormioli fino alla loro eventuale distruzione. Le spese di manutenzione e riparazione sono poste a carico di Bormioli.

3.4.   Eventuali campioni dei prodotti o immagini degli stessi contenuti in cataloghi, prospetti, materiali pubblicitari, listini e/o simili hanno solo valore indicativo, anche se la vendita venga effettuata ai sensi dell’art. 1522 cod. civ.

3.5.   Il Cliente si assume la responsabilità in ordine alle sostanze/liquidi che lo stesso andrà ad introdurre nel contenitore di Bormioli. Il Cliente, infatti, dichiara espressamente di essere a conoscenza: (i) della composizione  del proprio prodotto finale; (ii) degli effetti cagionati dal contatto con i prodotti di Bormioli; (iii) della complementarietà tra i prodotti di Bormioli e il prodotto finito e/o eventuali altri materiali da imballaggio; (iv) della destinazione d’uso del prodotto finito; (v) dei relativi processi produttivi e di confezionamento; (vi) di ogni valutazione in ordine al  prodotto (in vetro, plastica e/o altro materiale) che intende acquistare da Bormioli; (vii)  dell’ avvenuta esecuzione, prima dell’utilizzo delle forniture di Bormioli, di prove di compatibilità tra i prodotti forniti e tutti i materiali destinati a venirne a contatto, incluso il prodotto confezionato. E’ altresì responsabilità del Cliente omologare il prodotto in funzione delle relative fasi d’utilizzo/confezionamento e di trasferire all’utilizzatore finale le informazioni ai fini di un corretto uso del prodotto finito e della sua confezione, tenuto conto altresì della fragilità dei materiali. Il Cliente assume ogni responsabilità ai sensi e per gli effetti di cui al D.Lgs. 06.09.2005 n. 206 e della Direttiva 85/374/CE e s.m.i., oltre che di analoghe disposizioni di legge applicabili nei Paesi in cui i prodotti finiti verranno commercializzati e/o utilizzati, con riferimento sia al prodotto finito sia al prodotto fornito da Bormioli, obbligandosi a manlevare e a tenere indenne Bormioli da ogni pretesa di terzi senza che il Cliente possa eccepire o reclamare alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione.

4.    Ordini

4.1.    Gli ordini dovranno essere effettuati per iscritto e trasmessi con le modalità indicate al punto 13.1 ed indicare con precisione il tipo e il numero di prodotti ordinati. Eventuali ordini trasmessi verbalmente non verranno presi in considerazione fino al ricevimento da parte di Bormioli del relativo documento scritto. Bormioli si riserva la facoltà di accettare o meno gli ordini ricevuti. L’accettazione potrà avvenire mediante comunicazione scritta trasmessa con uno qualsiasi dei mezzi di cui al successivo punto 13.1, oppure per fatti concludenti mediante il semplice inizio dell’esecuzione dell’ordine. In quest’ultimo caso Bormioli dovrà, entro un termine ragionevole, comunicare al Cliente di avere avviato l’esecuzione e di aver perciò accettato l’ordine.

4.2.    Un’eventuale accettazione dell’ordine, da parte di Bormioli, non conforme allo stesso dovrà considerarsi una controproposta che deve considerarsi accettata dal Cliente se non contestata entro il termine di sette giorni dal suo ricevimento, senza, decorso detto termine, il Cliente possa eccepire o reclamare alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione

4.3.    Qualora l’ordine contenga indicazioni in contrasto con le previsioni di cui ai successivi punti 5.1, 5.2, 6.1. e 6.2., l’accettazione di Bormioli, che differisca dall’ordine solo per quanto attiene a quegli elementi dello stesso non conformi alle richiamate disposizioni, devono considerarsi come non apposte e dunque prive di qualsivoglia effetto  e, conseguentemente saranno automaticamente sostitute dalle disposizioni suddette, salvo espresso e diverso consenso di Bormioli nell’accettazione.

4.4.    Gli eventuali agenti, procacciatori d’affari ed altri ausiliari di commercio di Bormioli non hanno il potere di vincolare in alcun modo Bormioli. In particolare essi non hanno alcun potere di stipulare contratti per conto di Bormioli, modificare o annullare i contratti in corso, modificare i termini di consegna, concedere esclusive né di vendita né di acquisto, concedere sconti o abbuoni o dilazioni di pagamento, riscuotere somme di danaro, salvo i casi in cui siano muniti di regolare procura speciale e cioè conferita a tali determinati scopi. Qualora il Cliente effettui pagamenti ai soggetti sopra indicati, non sarà liberato e l’obbligo di pagamento non si considererà eseguito ed estinto, fino al momento in cui le relative somme non perverranno a Bormioli.

4.5.    L’invio o comunque la consegna da parte di Bormioli, di suoi agenti, procacciatori o di altri ausiliari di commercio, di listini prezzi o di materiale illustrativo dei prodotti non potrà in alcun modo considerarsi come proposta contrattuale.

5.    Consegna

5.1.    I termini di consegna indicati negli ordini, seppure accettati da Bormioli, o in altro modo pattuiti, non possono essere considerati essenziali e hanno valore meramente indicativo, salvo diverso ed espresso accordo tra le Parti. Una ragionevole tolleranza è sempre ammessa, anche in considerazione del particolare tipo di produzione e delle operazioni connesse alla programmazione delle relative linee. Pertanto, in caso di ritardo nella consegna, Bormioli non sarà considerata in alcun modo inadempiente e nessuna eccezione potrà essere sollevata né alcuna pretesa potrà essere avanzata nei suoi confronti a tale titolo.

5.2.    Salvo diverso accordo scritto tra le Parti, le consegne sono effettuate ex works (EXW), secondo la definizione Incoterms della Camera di Commercio Internazionale nella versione di volta in volta vigente. Il luogo di consegna sarà lo stabilimento di produzione di Bormioli o della sua controllata in precedenza precisato da Bormioli al Cliente. In caso di mancato ritiro della merce da parte del Cliente o di suo rifiuto di riceverla, anche nei casi in cui la consegna, per accordo scritto tra le parti, non debba avvenire EXW, Bormioli potrà avvalersi dei rimedi di cui agli artt. 1514,1515 e 1517 cod. civ., fermo ogni altro rimedio esperibile per legge o per contratto e in particolare contemplato dalle Condizioni Generali, quale ad esempio, la rottamazione del prodotto ove la stessa non sia altrimenti evitabile.

6.    Prezzo – Termini e modalità di versamento

6.1.    I prodotti, salvo diverso accordo scritto tra le Parti, saranno forniti al prezzo risultante dal listino di Bormioli in vigore al momento di accettazione dell’ordine da parte di quest’ultima. Salvo diverso accordo scritto tra le parti, il prezzo dovrà essere pagato entro trenta giorni dalla data di emissione della fattura, a mezzo rimessa diretta sul conto corrente indicato da Bormioli. Bormioli potrà emettere ricevute bancarie o tratte alle scadenze previste e potrà liberamente cedere a terzi i crediti verso il Cliente originati dalle forniture. Il Cliente non potrà sospendere né ritardare il pagamento del prezzo per alcuna ragione e in particolare non potrà sollevare eventuali contestazioni, qualunque ne sia il titolo o la causale, in merito alla merce ricevuta se non dopo avere integralmente versato il relativo prezzo. Si precisa che il Cliente dovrà corrispondere integralmente e puntualmente il prezzo dovuto anche qualora non abbia ancora provveduto al ritiro della merce.

6.2.    Salvo ogni altro rimedio previsto dal contratto, dalle Condizioni Generali e dalla legge, incluso quello di cui all’art. 1515 cod. civ., o concordato tra le Parti, in caso di ritardo nel pagamento del prezzo il Cliente sarà costituito automaticamente in mora e matureranno sulle somme dovute interessi moratori al tasso di cui all’art. 3 della DIRETTIVA 2000/35/CE del 29 giugno 2000 e s.m.i., fermo il diritto di Bormioli, qualora il ritardo si protraesse per 30 giorni, di: (i) risolvere il contratto con effetto immediato, mediante semplice comunicazione scritta al debitore; (ii)azionare il diritto al risarcimento di eventuali danni. Inoltre, il Cliente decadrà immediatamente dal beneficio del termine con riferimento ad ogni altro pagamento dovuto a Bormioli, senza necessità di alcuna previa comunicazione da parte di quest’ultima. Bormioli potrà sospendere ogni altra fornitura a favore di tale Cliente finché tutti i pagamenti, quello/i in relazione al/i quale/i si è verificato il ritardo e gli eventuali ulteriori divenuti esigibili a causa della decadenza dal beneficio del termine, siano stati integralmente corrisposti, fermo restando che, ove la merce da consegnare sia già stata prodotta, il Cliente sarà tenuto altresì al versamento di una somma pari ad 1 € al giorno per ogni pallet o frazione di pallet non ritirato a titolo di spese di magazzinaggio, fermo l’obbligo di risarcire a Bormioli eventuali ulteriori danni. In tutti i casi previsti nel presente articolo 6.2 il Cliente non potrà eccepire o reclamare alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione.

6.3.    Dilazioni concesse da Bormioli al Cliente nel pagamento del prezzo non avranno effetti novativi. Non è ammessa la compensazione tra il credito di Bormioli per il prezzo dei prodotti ed eventuali crediti, presenti o futuri, vantati dal Cliente nei confronti di Bormioli. Il prezzo è comprensivo dell’imballaggio di cui al successivo punto 8.1.

7.    Riserva di proprietà

7.1.    I prodotti si intendono forniti al Cliente con riserva di proprietà e rimarranno di proprietà di Bormioli fino all’integrale pagamento del relativo prezzo. Qualora il pagamento del prezzo, per espresso accordo scritto tra le Parti, possa avvenire a mezzo di assegni, cambiali, tratte o ricevute bancarie, la merce rimarrà di proprietà di Bormioli fino al buon fine o incasso definitivo degli stessi. L’eventuale rinnovo non comporta dilazione.

8.    Imballaggio

8.1.    Salvo diverso accordo scritto tra le Parti, i prodotti verranno consegnati con imballo standard di Bormioli. Contestazioni circa danneggiamenti dell’imballo dovranno, a pena di decadenza, essere sollevate per iscritto dal Cliente, o dal vettore incaricato, all’atto del ritiro.

9.    Garanzie

9.1.    Bormioli garantisce i propri prodotti da rotture nei termini e nei limiti specificati nei Capitolati di Fornitura, purché i prodotti siano stati utilizzati correttamente e secondo le istruzioni fornite o, comunque secondo l’uso al quale sono destinati.

9.2.    Bormioli garantisce al Cliente la conformità dei prodotti forniti alle applicabili norme italiane e comunitarie vigenti al tempo della consegna. Salvo specifico accordo diverso ed indicazione di determinate normative da individuarsi a rischio e pericolo del Cliente, il Cliente sopporterà ogni rischio di difformità dei prodotti ad altre normative. Bormioli garantisce i prodotti da vizi, mancanza di qualità essenziali nei limiti, anche per quanto attiene alle percentuali di tolleranza, indicati nei Capitolati di Fornitura. E’ esclusa qualunque altra garanzia relativa ai prodotti (salvo diverso accordo scritto tra le Parti o salvo diversamente indicato nei Capitolati di Fornitura) in merito alla pulizia interna e/o esterna dei prodotti, alla tonalità di colore. Perché la garanzia predetta possa operare, il Cliente sarà tenuto ad eseguire i controlli in accettazione precisati nei Capitolati di Fornitura e a trasmettere a Bormioli comunicazione scritta con l’indicazione dell’esito della stessa entro i termini di cui al Capitolato di Fornitura o comunque entro 24 ore dal completamento dei predetti controlli. In mancanza perderà ogni diritto alla garanzia assumendone ogni responsabilità, con l’obbligo di tenere Bormioli manlevata ed indenne da ogni e qualsiasi responsabilità che potrebbe derivarle dal D.Lgs. 06.09.2005 n. 206 o comunque dalla Direttiva 85/374/CE e s.m.i., o da analoghe disposizioni di legge applicabili nei paesi in cui i prodotti verranno utilizzati e/o commercializzati.

9.3.    A pena di decadenza, il Cliente dovrà denunciare mediante comunicazione scritta a Bormioli entro 7 giorni i difetti rinvenuti, sia palesi sia occulti ma rilevabili attraverso i controlli di accettazione di cui all’articolo 9.2. Salvo accordi diversi, per i difetti “supercritici” come definiti dai capitolati, la relativa denuncia andrà effettuata mediante comunicazione scritta entro il termine massimo di 24 ore dalla scoperta e comunque entro tre mesi dalla consegna. In ogni caso, il cliente convenuto per il pagamento, decade dal diritto alla garanzia ove omette di denunziare analiticamente i vizi nelle forme e nei termini più sopra meglio specificato. Decorso il suddetto termine di tre mesi, si prescriverà ogni diritto di garanzia. La denuncia dei difetti rilevati, inclusa quella di cui al paragrafo 9.1., in mancanza di specifiche disposizioni di cui ai Capitolati di Fornitura, dovrà indicare con precisione la natura dei difetti riscontrati, il numero del lotto di Bormioli a cui appartengono i prodotti che si affermano viziati e eventuali prodotti consegnati a terzi o immessi sul mercato.

9.4.    Il Cliente entro i termini di cui al precedente art. 9.3 dovrà spedire a Bormioli campioni dei prodotti che si affermano viziati. Il Cliente non potrà utilizzare gli articoli, anche se a suo parere non difettosi, facenti parte dello stesso lotto di provenienza di quelli difettosi fino a che non venga definitivamente accertata l’esistenza o l’inesistenza dei vizi e la loro classificazione (e nel primo caso adottati i rimedi di cui al successivo punto 9.9.). In difetto il Cliente dovrà tenere Bormioli manlevata ed indenne da ogni e qualsiasi conseguenza ex D.Lgs. 06.09.2005 n. 206 o comunque derivante dalla Direttiva 85/374/CE e s.m.i., o da analoghe disposizioni di legge applicabili nei paesi in cui i prodotti verranno utilizzati e/o commercializzati. Il Cliente, se così richiesto da Bormioli, dovrà immediatamente ritirare tutti i prodotti appartenenti allo stesso lotto che abbia già consegnato a terzi o immesso sul mercato. Il Cliente dovrà tenere tutti i prodotti facenti parte del lotto di appartenenza di quelli contestati, inclusi questi ultimi, a disposizione di Bormioli per controlli. Qualora Bormioli, anche dall’esame dei campioni e/o dei prodotti messi a disposizione dal Cliente, non consideri sussistenti i difetti lamentati, la valutazione sarà rimessa alle risultanze di un perito contrattuale. A tal fine le Parti congiuntamente conferiranno ad un tecnico esperto del ramo, da nominarsi dal Presidente del Tribunale di Parma su istanza della Parte più diligente, l’incarico di compiere un accertamento tecnico le cui conclusioni, le Parti stesse, ora per allora, si impegnano ad accettare come diretta espressione della loro volontà contrattuale. Le spese dell’accertamento saranno a carico della Parte che a seguito dello stesso procedimento risultasse soccombente.

9.5.    Qualora la contestazione riguardi solo il numero di pezzi interessati, e ciò sia al fine della loro sostituzione, sia al fine di verificare se sia o meno superata la percentuale di prodotti difettosi indicata nei Capitolati di Fornitura al di sopra della quale solo sia dovuta la garanzia, le Parti dovranno condurre una verifica fisica congiunta del lotto/della partita in cui sono stati riscontrati i prodotti viziati. In caso di mancato accordo si farà ricorso alla valutazione di un terzo secondo quanto stabilito al precedente punto 9.4. Qualora venga accertata l’esistenza di vizi o di mancanza di qualità di cui Bormioli sia tenuta a rispondere in base alle presenti Condizioni Generali, Bormioli provvederà o alla sostituzione dei pezzi difettosi oppure, se i difetti riscontrati siano qualificabili come “supercritici”, di tutti i prodotti provenienti dal lotto di appartenenza dei prodotti viziati, fermo restando che le spese per la restituzione a Bormioli dei prodotti difettosi e/o di tutti quelli facenti parte del medesimo lotto, nonché quelle per il trasporto dei prodotti sostitutivi fino allo stabilimento del Cliente (ma non la relativa responsabilità, ove la consegna iniziale fosse stata pattuita EXW) saranno a carico di Bormioli. I termini per la consegna dei nuovi prodotti dovranno essere concordati dalle Parti. Il Cliente non avrà diritto a rendere i prodotti senza la previa autorizzazione scritta di Bormioli. Al Cliente spetta solo la riduzione del prezzo di acquisto. In tal caso egli assumerà automaticamente l’obbligo di manlevare e tenere Bormioli indenne dalle conseguenze di cui al D.Lgs. 06.09.2005 n. 206 o comunque derivanti dalla Direttiva 85/374/CE e s.m.i., o da analoghe disposizioni di legge applicabili nei paesi in cui i prodotti verranno utilizzati e/o commercializzati, senza che il cliente possa eccepire o reclamare alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione. In ogni caso, Bormioli non sarà in alcun modo tenuta al risarcimento di danni, diretti o indiretti, subiti dal Cliente. Le disposizioni di cui al presente punto 9. sostituiscono a tutti gli effetti la disciplina legale, sia quella applicabile ai rapporti interni che ai rapporti internazionali, con riferimento alla garanzia.

10.    Esonero da responsabilità

10.1.    Fermo quanto previsto al precedente punto 9. in relazione a vizi, mancanza di qualità e rotture dei prodotti, ivi compresa l’esclusione di qualsiasi obbligo risarcitorio, Bormioli non avrà alcuna responsabilità verso il Cliente in caso di inadempimento o di ritardato adempimento agli obblighi derivanti a suo carico dalle Condizioni Generali e dai singoli rapporti di fornitura, tranne che in caso di dolo o colpa grave.

11.    Recesso unilaterale

11.1.    E’ in facoltà di Bormioli di recedere unilateralmente dal contratto in corso senza corrispettivo ai sensi dell’art. 1373 cc. e senza che il Cliente possa eccepire o reclamare alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione

12.    Riservatezza

12.1.    Il Cliente non potrà divulgare a terzi né utilizzare in alcun modo informazioni sia tecniche che commerciali di Bormioli, scritte o orali che siano, in qualunque modo ricevute o apprese, anche semplicemente in occasione di visite presso gli stabilimenti di Bormioli o di sue controllate. Detti obblighi non troveranno applicazione con riferimento a quelle informazioni che al momento della loro comunicazione da parte di Bormioli o comunque del loro apprendimento da parte del Cliente siano legittimamente di pubblico dominio. Detti obblighi resteranno in vigore, con riferimento ad ogni singola informazione, fino a che la stessa divenga legittimamente di pubblico dominio.

13.    Comunicazioni

13.1.    Ogni avviso od altra comunicazione richiesta od ammessa dalla Condizioni Generali, inclusi i Capitolati di Fornitura, o dal contratto di fornitura avverrà per iscritto e potrà essere consegnata a mani, inviata per corriere o per raccomandata con avviso di ricevimento, trasmessa per e-mail con firma elettronica certificata o per fax, salvo specifica diversa indicazione. A tal fine le Parti dichiarano di eleggere domicilio presso le rispettive sedi legali.

14.    Disposizioni generali

14.1.    La possibile tolleranza di una delle Parti ad una qualsiasi violazione delle disposizioni del contratto di fornitura e/o delle Condizioni Generali, inclusi i Capitolati di Fornitura, che lo disciplinano posta in essere dall’altra, non potrà essere considerata quale acquiescenza o rinuncia a far valere la disposizione violata né costituirà rinuncia della stessa parte al diritto di far valere ogni termine, clausola o disposizione violata.

14.2.    Nel caso in cui alcuno dei termini o delle disposizioni del contratto di fornitura o delle Condizioni Generali (inclusi i Capitolati di Fontina) sia nullo od inefficace, le rimanenti disposizioni rimarranno pienamente valide e vincolanti, tranne nel caso in cui la disposizione nulla o inefficace sia essenziale per una delle Parti. Le Parti dovranno negoziare in buona fede al fine di sostituire le disposizioni nulle o inefficaci con altre valide e vincolanti, in modo tale da ottenere lo stesso effetto, per quanto possibile, della clausola originaria.

14.3.    I titoli degli articoli delle Condizioni Generali sono stati inseriti solo per facilitare i richiami e non se ne dovrà tener conto nella loro interpretazione. Qualsiasi riferimento a giorni, mesi e anni contenuto nelle presenti Condizioni Generali, nei Capitolati di Fornitura o comunque nei contratti di fornitura deve intendersi a giorni, mesi e anni di calendario, salvo diversamente espressamente precisato. Qualsiasi riferimento a disposizioni normative o regolamentari o ad autorizzazioni contenuto nelle presenti Condizioni Generali, nei Capitolati di Fornitura o comunque nei contratti di fornitura deve intendersi riferita alla versione di volta in volta vigente, salvo diversamente espressamente stabilito.

14.4.    Il contratto di fornitura non potrà essere ceduto e/o trasferito, neppure parzialmente (o per singoli diritti od obblighi), dal Cliente a terzi senza il preventivo consenso scritto di Bormioli.

14.5.    Le disposizioni che espressamente o implicitamente sono destinate a sopravvivere alla scadenza o risoluzione del contratto di fornitura, rimarranno in vigore nonostante l’intervenuta scadenza o risoluzione e indipendentemente dalle ragioni e causali per le quali si è prodotta.

14.6.    Bormioli e il Cliente sono due imprenditori indipendenti e i rapporti di fornitura intercorrenti tra gli stessi non determinano l’insorgenza di alcun rapporto di collaborazione o la concessione al Cliente di diritti di esclusiva.

14.7.    Il Cliente non acquisirà in forza del contratto di fornitura alcun diritto su marchi e loghi di Bormioli, salvo il diritto di vendere i prodotti contrassegnati da tali marchi.

14.8.    Nessuna Parte sarà ritenuta responsabile per ritardo o altra forma di inadempimento ad una o più disposizioni delle Condizioni Generali o del contratto di fornitura nel caso in cui ciò sia dovuto a causa di forza maggiore. Si considerano, a titolo meramente indicativo, cause di forza maggiore eventi naturali eccezionali, tra cui terremoti, alluvioni e simili, crolli, incendi, scioperi, non solo nazionali, ma anche locali e aziendali, serrate, tumulti, atti terroristici, difficoltà negli approvvigionamenti e nei trasporti, nonché, per quanto attiene Bormioli, fermi di produzione dovuti alla necessità di operazioni di manutenzione, riparazione o rifacimento di impianti, forni o immobili, anche se causata da un’errata o insufficiente manutenzione effettuata nel passato. Tale Parte dovrà comunque darne immediata comunicazione all’altra, che avrà diritto di recedere dal Contratto stesso nel caso in cui l’evento di forza maggiore perduri per un termine superiore a sei mesi.

15.    Legge applicabile e foro competente

15.1.    Le Condizioni Generali e tutti i contratti di fornitura tra Bormioli e i Clienti sono disciplinati dalla legge italiana, con esclusione, per quanto attiene ai rapporti internazionali, della Convenzione di Vienna sulla vendita internazionale di beni mobili del 1980.

15.2.    Per ogni e qualsiasi controversia nascente dalle Condizioni Generali e/o da qualsiasi contratto di fornitura, o ad esse/essi relativa sarà competente in via inderogabile ed esclusiva il Foro di Parma o, in via alternativa, ad insindacabile giudizio di Bormioli il Foro di Milano.


CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

Art. 1 - Definizioni

1.1.    Ovunque utilizzate con l’iniziale maiuscola nelle presenti condizioni generali, così come in qualunque altro documento costituente il Contratto, come di seguito definito, e in aggiunta a eventuali altre definizioni in esso contenute, le seguenti espressioni avranno il significato rispettivamente indicato a fianco di ciascuna di esse:

Bene:    si riferisce ai servizi e ai beni mobili, standard o personalizzati, costituenti l'oggetto del Contratto, come di seguito definito;

Bormioli:    si riferisce a Bormioli Pharma S.r.l. in qualità di acquirente, committente, somministrata o comunque destinataria della fornitura dei Beni in forza del Contratto;

Capitolato della Fornitura:    si riferisce al documento predisposto da BORMIOLI o dal Fornitore su indicazione di BORMIOLI, che precisa le caratteristiche tecnico-qualitative del Bene ed include gli eventuali disegni e progetti dello stesso;

Condizioni Generali:    si riferisce alle presenti condizioni generali di approvvigionamento, aventi efficacia normativa, destinate a disciplinare, unitamente agli altri eventuali documenti costituenti il Contratto, le forniture di Beni dal Fornitore a BORMIOLI;

Condizioni Particolari:    si riferisce alle eventuali condizioni particolari di BORMIOLI, aventi anch’esse efficacia normativa, destinate a integrare le presenti Condizioni Generali;

Contratto:    si riferisce al contratto di vendita, appalto, somministrazione o fornitura di Beni dal Fornitore a BORMIOLI, e a tutti i documenti attraverso i quali detto rapporto è formalizzato e regolamentato, e segnatamente: (i) l’Ordine, come di seguito definito; (ii) gli eventuali allegati all’Ordine, tra cui, ad esempio, il Capitolato della Fornitura, le Specifiche Tecniche e i Documenti della Sicurezza, come di seguito definiti; (iii) le Condizioni Generali; (iv) le eventuali Condizioni Particolari;

Documenti della Sicurezza:    si riferisce ai documenti predisposti da BORMIOLI al fine di tutelare la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro in caso di attività del Fornitore da espletarsi presso gli stabilimenti di BORMIOLI stessa;

Fornitore:    si riferisce al venditore, appaltatore, fornitore o somministrante dei Beni oggetto del Contratto in favore di BORMIOLI;

Ordine:    si riferisce al documento scritto, comunque denominato e formalizzato, contenente le specifiche pattuizioni concordate tra le Parti relative all’oggetto, ossia al Bene, e agli altri specifici elementi del Contratto, quali, a titolo meramente esemplificativo, prezzo, termini di consegna, durata e simili;

Parti:    si riferisce congiuntamente a BORMIOLI e al Fornitore, oppure, ove detta espressione venga utilizzata al singolare, indifferentemente a ciascuno di essi individualmente considerato;

Specifiche Tecniche:    si riferisce al documento predisposto da BORMIOLI o dal Fornitore su indicazione di BORMIOLI, che precisa le caratteristiche tecniche e/o prestazionali del Bene, inclusi eventuali disegni e progetti diversi ed integrativi del Capitolato di Fornitura.

Art. 2 – Efficacia

2.1.    Le presenti Condizioni Generali disciplinano e si applicano a tutti i contratti di vendita, appalto, somministrazione e fornitura in genere di Beni a BORMIOLI, che intercorreranno tra le Parti, senza che sia necessaria la loro formalizzazione in occasione della stipula di ogni nuovo Contratto. Le Condizioni Generali disciplinano conseguentemente anche le modalità di formalizzazione dei relativi rapporti e quindi di stipula dei Contratti. Le Condizioni Generali costituiscono pertanto - anche ove non formalizzate di volta in volta e/o non espressamente richiamate - parte integrante e sostanziale di tutti i Contratti, per tali intendendosi sia i contratti aventi ad oggetto singole e specifiche forniture, sia i contratti di durata, comprendendovi anche contratti quadro, o comunque relativi a prestazioni periodiche o continuative o comunque concernenti più di una prestazione, sia i singoli rapporti contrattuali concernenti le singole prestazioni conseguentemente instauratisi ad esempio a seguito dell’accettazione degli ordini di BORMIOLI, stipulati tra le Parti, aventi ad oggetto la realizzazione, la vendita, la somministrazione o la fornitura in genere di Beni.

2.2.    Eventuali condizioni generali del Fornitore non troveranno applicazione, neppure se espressamente richiamate in proposte o preventivi di questo accettati da BORMIOLI o in conferme d’ordine del Fornitore o nell’accettazione da parte di questo di proposte di BORMIOLI, salvo diversamente espressamente concordato per iscritto tra le Parti. I richiami a condizioni del Fornitore operati in documenti contrattuali dallo stesso provenienti si considereranno pertanto come non apposti e comunque inefficaci e non potranno, pertanto, neppure valere a integrare delle controproposte.

2.3.    Eventuali deroghe al contenuto delle Condizioni Generali saranno efficaci soltanto se indicate nell’Ordine o formalizzate in un documento scritto, sottoscritto da entrambe le Parti, espressamente destinato a derogare le previsioni delle Condizioni Generali.

2.4.    Le Condizioni Generali sono applicabili a tutte le forniture di Beni, indifferentemente standard o personalizzati, realizzati o commercializzati dal Fornitore.

2.5.    Le presenti Condizioni Generali annullano e sostituiscono con effetto immediato eventuali precedenti condizioni generali di BORMIOLI e/o del Fornitore che disciplinassero i rapporti tra gli stessi intercorrenti, con la conseguenza che tutte le successive forniture verranno disciplinate dalle presenti Condizioni Generali.

2.6.    BORMIOLI avrà la facoltà di modificare e sostituire in ogni momento le presenti Condizioni Generali, con nuove condizioni che saranno immediatamente efficaci e troveranno immediata applicazione per le forniture successive non appena portate a conoscenza del Fornitore, ferma la necessità di specifica approvazione scritta delle eventuali clausole vessatorie. In difetto di tale approvazione, resteranno valide le corrispondenti clausole di cui alle presenti Condizioni Generali.

Art. 3 – Contratto

3.1.    Come indicato al precedente articolo 1, il Contratto deve intendersi costituito (i) dall’Ordine, (ii) dagli eventuali allegati allo stesso, inclusi il Capitolato di Fornitura, le Specifiche Tecniche e i Documenti della Sicurezza, (iii) dalle eventuali Condizioni Particolari, applicabili in relazione alla specifica fattispecie contrattuale, anche ove non espressamente menzionate nell’Ordine, e (iv) dalle presenti Condizioni Generali, anche se non espressamente richiamate nell’Ordine. La suddetta sequenza corrisponde all’effettivo rapporto gerarchico tra i diversi documenti contrattuali, cui fare conseguentemente riferimento anche per stabilire quale disposizione debba prevalere in caso di conflitto tra i diversi documenti. Pertanto, in caso di contrasto tra le previsioni di due o più dei diversi documenti contrattuali sopra elencati, complessivamente costituenti il Contratto, prevarranno, nella sequenza di seguito precisata, l’Ordine, gli allegati all’Ordine, tra cui il Capitolato di Fornitura, le Specifiche Tecniche e i Documenti della Sicurezza, le eventuali Condizioni Particolari, le presenti Condizioni Generali, salvo diverso espresso accordo scritto tra le Parti.

3.2.    Ogni riferimento al Contratto deve intendersi al complesso dei documenti che, nelle singole fattispecie, sulla base di quanto precisato al precedente paragrafo 3.1, lo costituiscono, e a ognuno di detti documenti.

3.3.    Con il termine Ordine, secondo quanto precisato al precedente articolo 1, si intende il documento contrattuale nel quale sono recepiti gli accordi tra le Parti concernenti gli specifici elementi, termini e condizioni del Contratto, incluse le eventuali deroghe alle presenti Condizioni Generali e alle eventuali applicabili Condizioni Particolari. L’Ordine può risultare quindi costituito, ad esempio, da un unico documento contrattuale contestualmente sottoscritto delle Parti, ovvero da una proposta del Fornitore e dalla relativa accettazione di BORMIOLI, o viceversa da una proposta di BORMIOLI e dall’accettazione di questa da parte del Fornitore. Un’eventuale controproposta non può valere ad integrare un Ordine se non a seguito di sua integrale e incondizionata accettazione scritta dell’altra Parte. Come precisato al precedente paragrafo 2.2., eventuali richiami a condizioni generali del Fornitore si dovranno considerare come non apposti e comunque inefficaci e, quindi, il documento in cui tali richiami siano contenuti non varrà ad integrare una controproposta, neanche se accettato: l’accettazione della proposta e/o della  controproposta avrà valore limitatamente all’oggetto e agli elementi contrattuali della stessa, ferma restando in ogni caso la piena validità ed inderogabilità delle presenti condizioni generali di acquisto.

3.4.    Con il Contratto BORMIOLI non conferisce alcuna esclusiva al Fornitore per la fornitura dei Beni né si obbliga all’acquisto di Beni né tantomeno all’acquisto di quantitativi minimi.

Art. 4 - Corrispettivo – Termini di pagamento

4.1.    Salvo quanto diversamente ed espressamente pattuito nell’Ordine, il corrispettivo con esso pattuito deve ritenersi fisso ed immutabile, non soggetto a revisioni o adeguamenti di sorta, anche in deroga, per quanto occorrer possa, alle previsioni di cui agli artt. 1664 e 1467 cod. civ. Deve intendersi, inoltre, omnicomprensivo (salvo quanto infra precisato) e includere quindi, tra l’altro, in particolare, oltre al corrispettivo dei Beni, il loro imballaggio, trasporto, assicurazioni, imposte, dazi doganali, commissioni, montaggi, così come qualunque costo e onere che il Fornitore debba sostenere, anche per eventuali attività accessorie sia pure non espressamente individuate nel Contratto, per l’esatta esecuzione del Contratto stesso. Il Fornitore sopporterà conseguentemente ogni alea e rischio anche per eventuali maggiori costi o maggiori difficoltà in cui dovesse incorrere nell’esecuzione del Contratto.

4.2.    Il Fornitore rinuncia pertanto a qualunque ulteriore pretesa di carattere economico che dovesse derivargli da errata valutazione o mancata conoscenza di fatti di natura tecnica, organizzativa o normativa, legati all’esecuzione del Contratto o comunque da omessa considerazione da parte del Fornitore stesso di fattori o elementi che dovessero incidere sui costi e/o sul prezzo e/o sui modi e/o tempi di realizzazione o consegna del Bene.
Per aspetti non comunicati correndone le condizioni, l’Ordine dovrà altresì precisare lo specifico importo dovuto al Fornitore per eliminare oppure, ove ciò non sia possibile, ridurre al minimo i rischi in materia di salute e sicurezza sul lavoro derivanti dalle interferenze delle lavorazioni, importo che non potrà essere soggetto a riduzioni e sconti.

4.3.    Salvo diversamente ed espressamente pattuito nell’Ordine, le fatture dei Beni non potranno essere in alcun modo emesse prima della regolare e integrale consegna dei Beni cui si riferiscono.

4.4.    Fermi gli eventuali termini di pagamento previsti in relazione a specifici Beni da disposizioni normative inderogabili e fatti salvi gli eventuali diversi ed espressi accordi formalizzati nell’Ordine, il corrispettivo di cui al precedente paragrafo 4.1. dovrà essere versato al Fornitore mediante bonifico bancario sul conto corrente, a questo intestato, le cui coordinate siano indicate sulla fattura.

4.5.    Il saldo della fattura non comporta né potrà essere in alcun modo inteso come rinuncia da parte di BORMIOLI ad eventuali contestazioni per inadempimenti, totali o parziali, del Fornitore e/o per vizi, difetti, mancanza di qualità, difformità, malfunzionamenti dei Beni o per consegna di aliud pro alio o di quantitativi diversi da quelli ordinati, né comporta né potrà essere in alcun modo inteso come accettazione dei Beni stessi.

4.6.    E’ fatto salvo inoltre in ogni caso il diritto di BORMIOLI di sospendere il pagamento della fattura a fronte di qualunque inadempimento contrattuale del Fornitore, ivi inclusa la presenza di vizi, difetti, malfunzionamenti, mancanza di qualità e simili dei Beni, anche in relazione a forniture diverse da quelle cui la fattura sospesa si riferisce, fino all’integrale adempimento da parte del Fornitore.

4.7.    E’ fatto assoluto divieto al Fornitore di cedere, anche nell’ambito di normali operazioni di factoring, i propri crediti verso BORMIOLI a terzi. Fatto salvo quanto previsto al successivo paragrafo 8.3, lett. b, nel caso in cui, in violazione del presente divieto, il credito maturato nei confronti di BORMIOLI venisse ceduto a terzi dal Fornitore, quest’ultimo sarà tenuto a manlevare e tenere indenne BORMIOLI in relazione a ogni pretesa che venisse avanzata dal cessionario.

Art. 5 Consegna – Imballo – Trasferimento proprietà - Termini di consegna – Montaggi e messa in funzione – Collaudi - Penali

5.1.    Salvo diverso espresso accordo formalizzato nell’Ordine, le consegne dei Beni dovranno avvenire DDP (secondo gli Incoterms 2010) presso lo stabilimento di BORMIOLI precisato nell’Ordine entro il termine o alla data stabiliti nell’Ordine stesso, in conformità alle previsioni di cui al successivo paragrafo 5.5. La merce, imballata come da successivo paragrafo 5.2., viaggerà quindi a rischio e pericolo del Fornitore, che si dovrà tuttavia fare carico non solo dell’organizzazione e dei costi del trasporto, ma anche di provvedere, a proprie cure e spese, all’assicurazione dell’intero valore dei Beni durante il trasporto stesso e alla loro movimentazione, incluse le operazioni di carico e scarico dal mezzo una volta giunto a destinazione presso lo stabilimento BORMIOLI.

5.2.    I Beni dovranno essere confezionati con imballo idoneo a preservarli da qualsiasi rischio di danneggiamento e perimento durante l’eventuale deposito, il trasporto, le operazioni di carico e scarico e di movimentazione in genere.

5.3.    All’atto della consegna i Beni dovranno essere accompagnati, salvo quanto ulteriormente previsto dall’Ordine, dai seguenti documenti:

  • documento di trasporto e scheda di trasporto, ove il relativo contenuto non sia integralmente recepito nel documento di trasporto;
  • certificato di conformità alle normative vigenti e, ove previsti, al Capitolato di Fornitura e/o alle Specifiche Tecniche e/o ad altri disegni e progetti predisposti da BORMIOLI;
  • manuale di istruzioni e d’uso, ove prescritto per legge o comunque opportuno in relazione al tipo di Beni, in lingua italiana e inglese;
  • certificato di origine, ove dovuto per legge o per Contratto;
  • documenti doganali, ove prescritti dalle normative vigenti;
  • le specifiche dichiarazioni e attestazioni prescritte dalle normative vigenti.
  • schede di sicurezza.

5.4.    Salvo diversamente stabilito nell’Ordine, la proprietà dei Beni si trasferirà a BORMIOLI all’atto della consegna, che dovrà avvenire entro i termini e con le modalità indicati ai paragrafi 5.1. e 5.5. Nell’ipotesi di cui al successivo paragrafo 5.7. la proprietà si trasferirà all’atto del collaudo pienamente positivo del Bene.

5.5.    Salvo diversamente ed espressamente richiesto da BORMIOLI, la consegna dovrà essere effettuata alla data indicata o entro il termine stabilito nell’Ordine, data/termine da intendersi a tutti gli effetti di rigore quali termini essenziali. In caso di mancata consegna a detta data o entro detto termine, il Fornitore deve intendersi costituito automaticamente in mora, gravando così sullo stesso ogni rischio e responsabilità relativi al Bene. Da tale data/termine matureranno e risulteranno inoltre automaticamente dovute a BORMIOLI delle penali per ogni giorno o frazione di giorno di ritardo in misura pari al 10% del prezzo del Bene, ferma la risarcibilità del maggior danno, e impregiudicato ogni altro diritto di BORMIOLI, tra cui quelli all’adempimento e alla risoluzione del Contratto.

5.6.    La sottoscrizione dei documenti di trasporto o simili da parte di BORMIOLI o suoi incaricati non comporterà, né potrà in alcun modo essere intesa come, accettazione da parte di BORMIOLI stessa dei Beni cui detti documenti si riferiscono, neppure per quanto attiene a genere e quantitativi consegnati, né sua rinuncia a contestazioni di qualunque genere e in particolare, ma senza limitazione a quanto segue, a far valere vizi, difetti, mancanza di qualità dei Beni, difformità, malfunzionamenti dei prodotti consegnati.

5.7.    Ove il Bene venga consegnato, in ragione delle dimensioni o per meglio salvaguardarne l’integrità, nelle sue diverse componenti non assemblate, o comunque debba essere collegato ad altri beni di BORMIOLI presenti nello stabilimento, il Fornitore dovrà procedere, a mezzo di propri incaricati, regolarmente assunti e retribuiti, e utilizzando unicamente attrezzature di lavoro nella propria legittima ed esclusiva disponibilità, secondo quanto meglio precisato al successivo paragrafo 5.11., allo scarico dal mezzo di trasporto e al relativo montaggio e/o al collegamento con gli altri beni di BORMIOLI entro il termine allo scopo fissato nell’Ordine, nel pieno rispetto di tutte le disposizioni normative vigenti, dei Documenti della Sicurezza, delle eventuali Condizioni Particolari e di ogni altra prescrizione inerente alla sicurezza impartita da BORMIOLI. Ove si tratti di macchinari, il Fornitore dovrà altresì provvedere, in conformità a quanto sopra ed entro i rispettivi termini allo scopo stabiliti nell’Ordine, alla messa in funzione del Bene e alla sua conduzione in esercizio fino al raggiungimento della capacità precisata nell’Ordine.
In caso di inadempimento, anche solo parziale, a quanto sopra, matureranno automaticamente in favore di BORMIOLI, in aggiunta alle eventuali penali dovute in forza delle previsioni di cui al precedente paragrafo 5.5., delle penali per ogni giorno o frazione di giorno di ritardo dell’ammontare indicato nell’Ordine, fatta salva la risarcibilità del maggior danno che BORMIOLI dovesse subire e impregiudicato ogni altro diritto e rimedio in favore di BORMIOLI stessa previsto per Contratto o per legge, ivi inclusi quello di cui all’art. 1662 cod. civ. e comunque di risolvere il Contratto.

5.8.    Nelle ipotesi di cui al precedente paragrafo 5.7. non appena il Bene sia stato, a seconda dei casi, montato e/o collegato, nonché, ove si tratti di macchinari o relative componenti, messo in funzione e conseguita la prescritta capacità contrattuale, le Parti procederanno in contraddittorio tra di loro alla conduzione del relativo collaudo. Il collaudo dovrà essere effettuato non appena possibile e comunque entro il termine precisato nell’Ordine, e condotto in conformità alle specifiche previsioni riportate in relazione ad esso nell’Ordine stesso o nel Capitolato della Fornitura, o, in difetto, secondo le prescrizioni stabilite nelle normative tecniche internazionali applicabili a beni del medesimo genere di appartenenza del Bene. Della conduzione ed esito del collaudo dovrà darsi atto in apposito verbale sottoscritto da entrambe le Parti.

5.9.    Qualora il collaudo venga condotto in ritardo per fatto imputabile al Fornitore o non riporti esito pienamente favorevole entro il termine fissato allo scopo nell’Ordine, matureranno automaticamente in favore di BORMIOLI, dalla data contrattualmente stabilita per il collaudo positivo del Bene fino a quella in cui il collaudo risulti effettuato con esito pienamente positivo, le ulteriori penali per ogni giorno o frazione di giorno di ritardo previste nell’Ordine, cumulabili con quelle di cui ai precedenti paragrafi 5.5. e 5.7., fatta salva la risarcibilità del maggior danno che BORMIOLI dovesse subire e impregiudicato ogni altro diritto e rimedio ad essa spettante per Contratto o per legge. Nell’ipotesi di collaudo che non abbia riportato esito pienamente favorevole, il Fornitore sarà altresì tenuto ad apportare tutti i correttivi necessari entro il termine ragionevole all’uopo fissato in buona fede da BORMIOLI. Non appena ultimata tale attività, il Fornitore dovrà darne prontamente comunicazione scritta a BORMIOLI, affinché entro tre giorni dal ricevimento della stessa possa essere condotto un nuovo collaudo, che dovrà svolgersi in conformità alle previsioni di cui al precedente paragrafo 5.8.
In caso di divergenza tra le Parti circa l’esito di un collaudo, le questioni tecniche relative all’individuazione e valutazione dei risultati conseguiti e quindi circa l’esito del collaudo saranno rimesse ad un perito contrattuale, designato, su richiesta di qualunque di esse, dal Presidente del Tribunale di Parma. La decisione dell’arbitratore sarà vincolante per le Parti e inoppugnabile tranne che per suo errore, dolo o violenza subita. Gli onorari dell’arbitratore saranno a carico di BORMIOLI, qualora la perizia attesti l’esito pienamente favorevole del collaudo, a carico del Fornitore in ogni altra ipotesi.

5.10.    Resta inteso che la conduzione del collaudo con esito positivo e/o la sottoscrizione del relativo verbale da parte di BORMIOLI, non ridurrà né farà in alcun modo venir meno le garanzie contrattuali e di legge in favore di BORMIOLI.

5.11.    Con la sottoscrizione delle presenti Condizioni Generali, il Fornitore dichiara e garantisce che, nell’esecuzione di qualsiasi attività concernente la realizzazione, il montaggio, la messa in funzione, la conduzione, il collaudo, la messa a punto, la riparazione e simili dei Beni e comunque di qualsiasi attività da prestarsi presso lo stabilimento di BORMIOLI, si avvarrà unicamente di personale maggiorenne, idoneo e qualificato, avente adeguata esperienza, formazione e addestramento, che si trovi alle sue dirette dipendenze, soggetto unicamente al suo potere gerarchico, organizzativo e direttivo, regolarmente assunto e gestito in piena conformità alle normative giuslavoristiche e antinfortunistiche di tempo in tempo vigenti, al quale dovrà assicurare almeno un trattamento non inferiore a quello minimo inderogabile applicabile in relazione alla categoria di appartenenza, alla qualifica e all’anzianità di servizio. Il Fornitore dovrà costantemente provvedere all’integrale e puntale adempimento di tali obblighi retributivi nonché di quelli derivanti dalle norme in tema di previdenza, assistenza obbligatoria, versamento oppure (nel caso il dipendente abbia esercitato la relativa opzione) accantonamento del TRF ed effettuazione delle trattenute fiscali. Il Fornitore sarà inoltre tenuto, ove così richiestone da BORMIOLI, a consegnare alla stessa copia della documentazione attestante il proprio integrale adempimento agli obblighi di cui sopra. Il Fornitore dovrà comunque, in ogni caso, indennizzare e tenere BORMIOLI integralmente manlevata e indenne da eventuali pretese del proprio personale nonché degli enti previdenziali, avanzate nei confronti di BORMIOLI stessa, di cui questa, in qualità di committente, possa essere tenuta a rispondere in via solidale, in particolare sulla base del disposto dell'art. 29 del D.Lgs. 10 settembre 2003, n. 276 (per i trattamenti retributivi e contributivi previdenziali e assicurativi), dell’art. 1676 cod. civ. e dell’art. 26 del D.Lgs. n. 81 del 2008 (per i danni per i quali il personale dell’appaltatore e dei suoi eventuali subappaltatori non risulti indennizzato dall’INAIL). In caso di inadempimento da parte del Fornitore a qualunque obbligo retributivo, contributivo o fiscale, risarcitorio anche se in relazione ad un dipendente soltanto, così come in caso di mancata tempestiva consegna a BORMIOLI della richiesta documentazione attestante il proprio integrale adempimento, BORMIOLI avrà diritto a sospendere il pagamento di qualunque somma dovuta al Fornitore fino all’integrale documentato adempimento dell’obbligo violato e di qualsiasi obbligo conseguente.

Il Fornitore dovrà inoltre utilizzare unicamente attrezzature da lavoro nella sua piena, legittima, esclusiva e indisturbata disponibilità, di sua proprietà o di cui abbia il legittimo ed esclusivo godimento in base a valido titolo giuridico, pienamente sicure e conformi ad ogni applicabile normativa, che abbiano superato i dovuti controlli, regolarmente mantenute, corredate dalla documentazione attestante detti controlli e interventi oltre che dai manuali d’uso e manutenzione.

Il personale del Fornitore dovrà indossare tute uguali e ben identificabili, ed essere dotato di adeguati dispositivi di protezione individuale, pienamente conformi ai requisiti e principi del D.Lgs. n. 81 del 2008, alle norme di cui al D.Lgs. n. 475 del 1992, e ad ogni altra disposizione e norma tecnica applicabile, dovendosi avere riguardo alle previsioni più rigorose. Dovrà inoltre recare in posizione ben visibile apposito tesserino di riconoscimento, corredato di fotografia, recante le generalità del lavoratore e l’indicazione del datore di lavoro.

Come indicato al precedente paragrafo 5.7., qualsiasi attività da prestarsi presso uno stabilimento BORMIOLI dovrà essere eseguita dal Fornitore nel pieno e integrale rispetto di ogni applicabile disposizione normativa vigente, e in particolare delle norme in materia ambientale, di quelle relative alla gestione e trattamento dei rifiuti, e di quelle a tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e segnatamente del D.Lgs. n. 81 del 2008. Il Fornitore dovrà quindi provvedere a tutti gli obblighi e adempimenti ivi previsti e, in particolare, a valutare tutti i rischi specificamente connessi allo svolgimento delle attività da prestarsi e alle particolari condizioni dei luoghi in cui queste dovranno essere eseguite, anche sulla base del Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenza ( “DUVRI”) che, ricorrendone le condizioni in forza delle previsioni dell’art. 26, comma 3bis, del D.Lgs. n. 81 del 2008, BORMIOLI dovrà elaborare e allegare all’Ordine (ferma la possibilità di suo successivo adeguamento), oltre che dei Documenti della Sicurezza, di ogni altra prescrizione in tema di sicurezza impartita da BORMIOLI e delle dettagliate informazioni che gli verranno da questa fornite sui rischi specifici esistenti nell’ambiente in cui sarà destinato ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate da BORMIOLI in relazione alla propria attività. Il Fornitore potrà inoltre utilizzare solo le aree che verranno messe a sua disposizione da Bormioli e attenersi alle prescrizioni di sicurezza da questa impartitegli. Il Fornitore dovrà adottare ogni più opportuna misura idonea ad evitare rischi alla salute e sicurezza dei lavoratori e dovrà altresì cooperare con BORMIOLI, con altri eventuali appaltatori di questa ed eventuali terzi presenti in loco, per l’attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai rischi sul lavoro incidenti sull’attività lavorativa oggetto del Contratto e coordinare con essi gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi cui saranno esposti i lavoratori, informandosi reciprocamente anche al fine di eliminare rischi dovuti alle interferenze tra i lavori delle diverse imprese coinvolte nell’esecuzione dell’attività complessiva. Il Fornitore dovrà quindi provvedere a informare e formare il proprio personale sui rischi esistenti relativi alle attività da prestare e su quelli presenti nello stabilimento di BORMIOLI, e a fare osservare loro tutte le disposizioni a tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e tutte le prescrizioni adottate per la prevenzione dei rischi e per il coordinamento con BORMIOLI e con altre imprese e soggetti presenti, a qualunque titolo, ospiti inclusi, nello stabilimento, nonché tutte le disposizioni in materia di sicurezza concordate con BORMIOLI, e dovrà mettere in atto tutte le misure di sicurezza e gli accorgimenti necessari ad evitare che, dall’esecuzione dei lavori e in considerazione dei rischi cui risultino esposti, possano derivare pericoli per la salute e la sicurezza dei propri lavoratori e, più in generale, delle persone presenti a qualunque titolo presso lo stabilimento.

Art. 6 – Beni - Garanzie

6.1.    Il Fornitore assume ogni responsabilità e presta ogni più ampia garanzia in relazione ai Beni che fornirà a BORMIOLI. Qualora il Fornitore conosca o abbia motivo di conoscere la destinazione d’uso dei Beni da parte di BORMIOLI, ne garantisce l’idoneità anche per tale particolare o specifico scopo. Il Fornitore garantisce la piena conformità dei Beni ai campioni o modelli.
6.2.    Il Fornitore dichiara e garantisce che i Beni, e i relativi imballaggi, saranno:

  • a.    provvisti di marchiatura CE, ove dovuta, saranno sicuri e conformi ad ogni applicabile normativa di tempo in tempo vigente dell’Unione Europea e dei singoli Stati aderenti, ivi inclusa l’Italia, nonché alle specifiche norme tecniche di settore, anche internazionali;
  • b.    conformi alle indicazioni e alle dichiarazioni apposte su eventuali contenitori, imballaggi, etichette o materiale promozionale e che ogni Bene è contenuto, imballato, contrassegnato ed etichettato in modo adeguato;
  • c.    perfettamente idonei all’utilizzo precisato nel Contratto e in particolare nel Capitolato di Fornitura e/o nelle Specifiche Tecniche, ove presenti, e comunque a quello cui sono destinati, oltre che privi di qualsiasi vizio, difetto o mancanza di qualità, realizzati a regola d’arte e pienamente rispondenti ai migliori e più avanzati standard qualitativi; nonché pienamente conformi, anche sotto ogni altro profilo, alle Specifiche, ove presenti;
  • d.    originali dei fabbricanti indicati nell’Ordine, ove diversi dal Fornitore, e da essi provenienti;
  • e.    all’atto della loro consegna a BORMIOLI, quali che ne siano le modalità, nella piena, pacifica ed esclusiva proprietà e disponibilità del Fornitore stesso, liberi da diritti o pretese di terzi, oneri, vincoli, sequestri e pignoramenti o qualsivoglia altro gravame, affinché se ne possano trasferire la piena, libera, indisturbata proprietà e godimento a BORMIOLI.

6.3.    In aggiunta a ogni altro diritto e rimedio spettante per legge o per Contratto a BORMIOLI, ivi inclusi il diritto alla risoluzione del contratto e alla riduzione del prezzo oltre che al risarcimento del danno, il Fornitore, ove richiestone, sarà tenuto, a seconda dei casi, alla pronta riparazione o sostituzione, a propria cura e spese, presso lo stabilimento di BORMIOLI presso il quale sia avvenuta la consegna, dei Beni viziati o inidonei o non conformi o diversi da quelli ordinati, al massimo entro 72 (settantadue) ore dalla relativa richiesta di BORMIOLI, fermo e impregiudicato in ogni caso il diritto di questa al risarcimento dei danni subiti.

6.4.    In aggiunta ad ogni altra garanzia prevista per legge o dovuta in forza del Contratto, in particolare per vizi, difetti, difformità o mancanza di qualità, in relazione ai Beni, e salvo diversamente precisato nel Contratto, il Fornitore garantisce il buon funzionamento dei Beni per il termine di due anni dalla consegna (anzi, ove debba essere effettuato, dal positivo collaudo), ove suscettibili di simile garanzia. Nel suddetto periodo, pertanto, in presenza di difetti di buon funzionamento, il Fornitore sarà tenuto a provvedere, a proprie esclusive spese, alla riparazione o, se del caso, alla sostituzione dei Beni o delle singole parti e/o componenti che presentassero difetti di funzionamento, intervenendo entro 72 (settantadue) ore dalla richiesta di BORMIOLI. E’ fatto salvo in ogni caso il diritto di quest’ultima al risarcimento degli eventuali danni subiti.

6.5.    I Beni o le loro parti e componenti riparati o sostituiti in applicazione di quanto previsto ai precedenti paragrafi 6.3. e 6.4. godranno di un’ulteriore nuova garanzia di due anni, decorrenti dalla data nella quale la funzionalità dei Beni sia stata completamente ripristinata, indifferentemente mediante la loro riparazione o sostituzione. In caso di sostituzione o riparazione solo parziale i restanti componenti dei Beni fruiranno di un prolungamento del termine dell’originaria garanzia, per una durata corrispondente al periodo di mancato funzionamento dei Beni.

6.6.    Le Parti concordano che i termini di durata tutti e di prescrizione dei relativi diritti delle garanzie dovute dal Fornitore a BORMIOLI per legge (in particolare, in caso di vendita, in forza degli artt. 1490 e segg. cod. civ., nonché, in caso di appalto, degli artt. 1667 e segg. cod. civ.) o in forza del Contratto (inclusa la garanzia di buon funzionamento di cui al precedente paragrafo 6.4. e quindi il termine di prescrizione di cui all’art. 1512) decoreranno dalla consegna dei Beni a BORMIOLI. Del pari le Parti concordano, con riferimento a qualunque garanzia, che il termine per la denuncia di vizi, difetti, difformità, malfunzionamenti o simili, sia di sessanta giorni dalla scoperta, anche per i vizi palesi. Qualora i Beni debbano essere sottoposti a collaudo, tutti i termini di cui sopra (sia di durata delle garanzie che di decadenza che di prescrizione) decorreranno dalla relativa data di collaudo con esito pienamente favorevole, dovendo questo valere alla stregua della consegna definitiva.

Sarà viceversa soggetta unicamente ai termini e alle previsioni di legge la garanzia per evizione, sia totale che parziale.

Le ispezioni, le verifiche, l’accettazione o l’utilizzo dei beni o servizi forniti dal Fornitore, non limitano e/o escludono in alcun modo le obbligazioni di garanzia del Fornitore.

6.7.    Restano fermi gli obblighi e responsabilità, sia a titolo contrattuale che extracontrattuale, a carico del Fornitore, anche, ma non solo, ex D.Lgs. n. 206 del 2005.

6.8.    La stipula delle previste assicurazioni o la prestazione di eventuali garanzie, anche a prima domanda, non faranno venire meno né diminuiranno in alcun modo le garanzie dovute dal Fornitore.

6.9.    Si precisa che il Fornitore sarà in ogni caso tenuto ad intervenire entro i termini e con le modalità di cui ai precedenti paragrafi 6.3. e 6.4., anche ove non ritenesse fondata la contestazione di BORMIOLI, salvo ad esso l’eventuale separato successivo esercizio delle proprie ragioni.

6.10.    Il Fornitore dichiara e garantisce inoltre la piena e completa tracciabilità dei Beni e di adottare ogni procedimento e strumento necessari allo scopo.

6.11.    La presente garanzia è valida ed efficace anche nei confronti dei successori ed aventi causa di BORMIOLI nonché dei suoi clienti ed utilizzatori dei Beni venduti.

Art. 7 - Assicurazioni

7.1.    Salvo diversamente ed espressamente convenuto tra le Parti e senza in alcun modo comportare o determinare limitazioni di responsabilità, in aggiunta a tutte le assicurazioni obbligatorie per legge e a quelle espressamente previste dai contratti collettivi nazionali di lavoro, il Fornitore dovrà costantemente risultare in possesso della seguente copertura mediante polizze assicurative da stipularsi con primaria compagnia italiana o autorizzata all’esercizio dell’attività in Italia per i massimali di seguito indicati

  • a)    assicurazione della responsabilità civile verso prestatori di lavoro (RCO), anche a copertura delle azioni di rivalsa INAIL e dei danni per i quali i prestatori di lavoro non risultino indennizzati dall’INAIL, con un massimale per evento non inferiore a Euro 5.000.000,00 e a Euro 2.500.000,00 per persona;
  • b)    assicurazione per la copertura della responsabilità civile verso i terzi (RCT), con un massimale per evento non inferiore a Euro 5.000.000,00;
  • c)    assicurazione della responsabilità civile prodotto (RCP), con un massimale per evento non inferiore a Euro 10.000.000,00;
  • d)    assicurazione per la copertura della responsabilità civile auto (RCA) per tutti i veicoli di proprietà e/o in uso soggetti ad assicurazione obbligatoria come previsto dal D. Lgs. 7 settembre 2005 e successive modificazioni ed integrazioni, per un massimale non inferiore ad Euro 5.000.000,00;

ed, inoltre, comprendere le seguenti estensioni:

  • merci in consegna e custodia;
  • merci movimentate e traslate;
  • danni ai locali ed impianti ove si eseguono i lavori oggetto del presente Contratto anche se utilizzate per l’esercizio della propria attività;
  • danni da incendio
  • interruzione o sospensione di attività propria e/o causata alla committente/cliente;
  • danni per ritiro prodotti della committente/cliente;
  • inquinamento accidentale.


Qualora il Fornitore debba provvedere a montaggi, collegamenti, messa in funzione e simili dei Beni, dovrà altresì godere di copertura del tipo “property all risks” per il valore dei Beni, fino al relativo passaggio di proprietà a esito pienamente positivo del collaudo.

Eventuali importi relativi a franchigie e/o scoperti, limitazioni e/o eccezioni contrattuali, limiti di risarcimento presenti nelle suddette polizze saranno a totale carico del Fornitore, ferma ogni obbligazione di questa nei confronti di BORMIOLI per i danni causati o conseguenti a errori, omissioni o inadempienze nell’esecuzione delle opere.

Indipendentemente dalla stipula delle coperture assicurative di cui sopra, rimane in ogni caso impregiudicata ogni azione e diritto di BORMIOLI verso il Fornitore per i danni o pregiudizi di qualsiasi natura causati dalle attività dello stesso Fornitore a BORMIOLI, anche per fatto doloso o colposo del suo personale, dei suoi collaboratori e ausiliari in genere e di chiunque di cui il Fornitore si avvalga per l’esecuzione dei lavori.
Le polizze dovranno prevedere la rinuncia dell’assicurazione alla rivalsa verso BORMIOLI e l’obbligo della compagnia di rispondere anche successivamente alla scadenza delle polizze per danni riferibili ad azioni od omissioni o circostanze verificatesi in corso di validità delle stesse.

7.2.    Il Fornitore dovrà sottoporre a BORMIOLI copia delle proprie polizze assicurative ogniqualvolta questa gliene faccia richiesta. BORMIOLI avrà inoltre diritto di richiedere e ottenere in qualunque momento copia di dichiarazione dell’assicurazione che attesti le polizze a quel momento vigenti e i relativi massimali, e di farsene rilasciare copia, obbligandosi il Fornitore a ottenere, prima di effettuare la produzione e la consegna dei Beni, impegno scritto inderogabile dell’assicurazione a fornire dette informazioni e copie a BORMIOLI.
Le polizze dovranno inoltre prevedere l’obbligo della compagnia di dare immediata comunicazione a BORMIOLI dell’eventuale disdetta o estinzione o risoluzione del rapporto di assicurazione con il Fornitore o di modifica delle condizioni di polizza e/o dei relativi massimali, almeno trenta giorni prima della data in cui tali eventi abbiano effetto.
Resta inteso che in tale eventualità il Fornitore dovrà provvedere all’immediata sostituzione di dette polizze con altre pienamente conformi alle previsioni di cui al precedente paragrafo 7.1. e al presente, senza alcuna soluzione di continuità.

7.3.    La suddetta copertura assicurativa dovrà essere mantenuta in vigore per tutta la durata del Contratto e per l’ulteriore termine di sei mesi dalla sua scadenza/risoluzione.

7.4.    Il Fornitore dovrà provvedere tempestivamente, nei termini di legge o comunque di polizza, a denunciare alla propria compagnia gli eventuali sinistri occorsi.

Art. 8 - Recesso – Diffida ad adempiere – Risoluzione – Clausola solve et repete

8.1.    In caso di Contratti di durata, BORMIOLI potrà recedere in qualunque momento dal Contratto mediante semplice comunicazione scritta per raccomandata a.r. al Fornitore con un preavviso di almeno tre mesi, senza essere tenuta a versare alcun indennizzo o risarcimento e senza che il Fornitore possa eccepire e/o reclamare alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione.

8.2.    BORMIOLI avrà diritto di recedere con effetto immediato dal Contratto mediante semplice comunicazione con raccomandata a.r. al Fornitore in qualunque ipotesi di riorganizzazione societaria (consistente ad esempio in fusioni, scissioni, ecc.) o aziendale (ad esempio cessione o conferimento o affitto d’azienda o di un suo ramo) ad esso relativa o messa in liquidazione, così come, qualora il Fornitore sia una società di persone o di capitali, in ipotesi di mutamento del controllo societario cui la stessa è soggetto. A tal fine il Fornitore dovrà prontamente comunicare a BORMIOLI qualunque intervenuta riorganizzazione societaria o aziendale o messa in liquidazione, e modifica nel controllo cui è soggetto.

8.3.    Fermo e impregiudicato ogni altro rimedio e diritto spettante per legge o per Contratto a BORMIOLI, questa potrà risolvere con effetto immediato il Contratto, mediante semplice comunicazione per raccomandata a.r. al Fornitore e senza che il Fornitore possa eccepire e/o reclamare alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione, al verificarsi di uno qualunque dei seguenti inadempimenti del Fornitore:

  • a.    ritardo nelle consegne anche di un solo Bene, di 15 (quindici) giorni rispetto ai termini indicati nell’Ordine;
  • b.    cessione di crediti verso BORMIOLI in violazione dei divieti di cui al precedente paragrafo 4.7;
  • c.    mancata conformità, difettosità, mancanza di qualità, malfunzionamento, sotto qualunque profilo, dei Beni consegnati rispetto alle previsioni di cui al precedente articolo 6;
  • d.    consegna di beni diversi da quelli ordinati;
  • e.    inadempimento agli obblighi di riparazione o sostituzione dei Beni o ritardo nelle relative operazioni;
  • f.     mancato ininterrotto mantenimento della copertura assicurativa di cui al precedente articolo 7 o copertura assicurativa non conforme, o comunque mancata stipula, ovvero inefficacia originaria o sopravenuta delle suddette polizze assicurative o modifica delle stesse e/o dei loro massimali (salvo in caso di incremento degli stessi), anche se solo relativamente ad una o più di esse, o mancata esibizione delle polizze da parte del Fornitore o della compagnia a BORMIOLI;
  • g.    violazione di uno qualunque degli obblighi di cui ai successivi paragrafi 9.1., 9.2., 9.3. e 9.4.;
  • h.    violazione di qualunque dei divieti di cui al successivo paragrafo 11.6.;
  • i.     inadempimento a qualunque obbligo retributivo o contributivo o risarcitorio nei confronti anche di un solo dipendente, in relazione ai quali BORMIOLI possa essere tenuta in solido con il Fornitore, fermo l’obbligo di manleva a carico di questo in favore di BORMIOLI;
  • l.     mancata consegna a BORMIOLI, ove da questa richiesta, della documentazione attestante la piena e integrale regolarità retributiva, contributiva, e di versamento del TFR del Fornitore;
  • m.   mancata conduzione di collaudo con esito pienamente favorevole entro il termine allo scopo indicato nell’Ordine;

8.4.    In alternativa a quanto previsto al precedente paragrafo 8.3., e impregiudicato in ogni caso ogni altro rimedio e diritto spettante le per legge o per Contratto, qualora il Contratto abbia ad oggetto più Beni o più lotti o partite di beni o forniture di Beni, BORMIOLI potrà risolvere automaticamente il Contratto limitatamente ai singoli Beni o partite o lotti o forniture di beni che siano risultati non conformi o difettosi o viziati o malfunzionanti o non abbiano le promesse qualità, e senza che il Fornitore possa eccepire e/o reclamare alcunché a qualsivoglia titolo e/o ragione.

8.5.    Le Parti concordano che il termine che BORMIOLI potrà assegnare al Fornitore in caso di inadempimento mediante diffida ad adempiere, sia ridotto a sette giorni, termine che il Fornitore dichiara essere pienamente congruo in relazione all’oggetto del Contratto.

8.6.    Poiché le fattispecie in presenza delle quali BORMIOLI avrà diritto di risolvere il Contratto o di farlo limitatamente a singoli Beni, configurano altrettanti inadempimenti del Fornitore, BORMIOLI avrà in ogni caso diritto al risarcimento di tutti i danni subiti e subendi e alla corresponsione delle eventuali penali previste dal Contratto.

8.7.    Il Fornitore non potrà in alcun modo e per nessuna ragione sospendere l’esecuzione del Contratto, salvo ad esso il separato successivo esercizio delle proprie eventuali ragioni.

Art. 9 – Marchi – Diritti di proprietà intellettuale e industriale - Riservatezza - Privacy  

9.1.    Il Fornitore dichiara e riconosce che il Capitolato della Fornitura e ogni informazione e disegno di cui si compone, anche ove non abbiano costituito oggetto di brevettazione o registrazione, ed anche ove non brevettabili o registrabili, appartengono esclusivamente a BORMIOLI, alla quale conseguentemente spetta ogni e qualsiasi diritto di utilizzo e sfruttamento.

9.2.    Il Fornitore dichiara e riconosce che in forza del Contratto non acquisterà alcun diritto su marchi o altri segni distintivi o diritti di proprietà industriale in genere (know-how e Capitolato della Fornitura inclusi) di BORMIOLI, neppure ove marchi o segni distintivi o altri diritti di proprietà industriale (know-how e Capitolato della Fornitura inclusi) di BORMIOLI debbano figurare sui Beni o la loro confezione o essere utilizzati nella loro realizzazione. In tal caso sarà concesso unicamente al Fornitore di utilizzare detti marchi, segni distintivi e altri diritti di proprietà industriale nei limiti di quanto strettamente necessario per dare esecuzione al Contratto per BORMIOLI.

9.3.    Il Fornitore non potrà quindi in particolare, anche dopo che il Contratto abbia avuto esecuzione o sia cessato o risolto, in alcun modo utilizzare marchi o segni distintivi uguali o simili a quelli di BORMIOLI e/o realizzare beni uguali o simili a quelli realizzati per BORMIOLI o comunque a quelli risultanti dai disegni e progetti di questa, così come non potrà in alcun modo utilizzare, per la durata di cui al successivo paragrafo 9.4., le informazioni e il know-how tecnico, che la realizzazione dei Beni implica o di cui comporta lo sfruttamento.

9.4.    Il Fornitore si obbliga a mantenere strettamente riservata e a non divulgare, né direttamente né indirettamente, a terzi qualsiasi informazione, indifferentemente di natura tecnica o commerciale, sia scritta che orale (know-how e Capitolato della Fornitura inclusi), di, o attinente a, BORMIOLI o terzi, di cui venga in qualunque modo in possesso o a conoscenza in occasione della negoziazione, stipula o esecuzione del Contratto, o di cui fosse comunque a conoscenza anteriormente, fermo restando che potrà utilizzare le informazioni apprese (incluse quelle contenute nel Capitolato della Fornitura) soltanto nei limiti di quanto strettamente necessario per dare esecuzione al Contratto.

I suddetti obblighi rimarranno in vigore fino a quando il Contratto non abbia avuto piena e integrale esecuzione e per i cinque anni successivi o per il più lungo termine fino al quale le informazioni in questione non divengano legittimamente di pubblico dominio e, per quelle informazioni costituite dalla combinazione di più informazioni, fino a che tutte dette informazioni e la loro combinazione non divengano legittimamente di pubblico dominio. Il Fornitore potrà utilizzare dette informazioni soltanto nei limiti strettamente necessari per dare esecuzione al Contratto. Si precisa che sono coperti dagli obblighi in esame anche il Capitolato di Fornitura e tutte le indicazioni e informazioni che lo costituiscono, da considerarsi a tutti gli effetti come informazioni confidenziali.

9.5.    BORMIOLI acquisterà ogni diritto (incluso quello alla brevettazione/registrazione, ove si tratti di invenzione, applicazione, soluzione brevettabile/registrabile, salvo solo il riconoscimento della paternità a favore del Fornitore), su tutto quanto elaborato, inventato, realizzato, messo a punto dal Fornitore per dare esecuzione al Contratto, tenendosene conto nella determinazione del corrispettivo di cui al precedente paragrafo 4.1. pattuito con l’Ordine. Quanto sopra verrà quindi così a costituire informazione confidenziale di BORMIOLI soggetta agli stessi obblighi in capo al Fornitore e previsioni di cui ai precedenti paragrafi 9.1., 9.2., 9.3., 9.4. e al successivo 9.6..

Il Fornitore si obbliga a formalizzare i necessari accordi con i propri dipendenti o collaboratori per poter dare integrale applicazione a quanto previsto al precedente comma, fermo restando che sarà pienamente responsabile per qualunque loro fatto, azione o comportamento che possa comportare violazione delle previsioni di cui al presente articolo 9.

9.6.    Una volta data esecuzione al Contratto, il Fornitore, senza per ciò avere diritto ad alcun corrispettivo aggiuntivo, dovrà immediatamente distruggere o consegnare prontamente a BORMIOLI qualsiasi materiale contenente informazioni o diritti di BORMIOLI (ivi incluso il Capitolato della Fornitura), anche se frutto di elaborazioni o studio del Fornitore, che non avrà alcun diritto sugli stessi.

9.7.    Il Fornitore si obbliga altresì ad ottemperare rigorosamente alle disposizioni del Regolamento UE 2016/679.

Fermo quanto disposto al precedente paragrafo 9.1., tutte le informazioni relative all'altra Parte che ciascuna Parte abbia acquisito in occasione del Contratto dovranno essere trattate nel rispetto di quanto stabilito dal Reg. UE 2016/679 sulla tutela dei dati personali, e potranno essere utilizzate unicamente nei rapporti connessi al Contratto ed in giudizio. Ai fini dell'utilizzo e trattamento dei propri dati personali per gli scopi di cui sopra, le Parti dichiarano reciprocamente di avere ricevuto le informazioni di cui all’art. 13 del Reg. UE 2016/679 ed esprimeranno, con la formalizzazione del Contratto, il proprio espresso consenso al riguardo, fermo restando che la comunicazione e l'acquisizione dei dati in questione sono comunque necessarie per l'adempimento degli obblighi contrattuali e per lo svolgimento di attività economica. Il Fornitore dovrà inoltre provvedere, in relazione alle previsioni del Contratto stesso, a tutti gli adempimenti previsti dal richiamato Regolamento nei confronti dei propri dipendenti in qualunque modo coinvolti nell’esecuzione del Contratto, ottenendone, ove necessario, il relativo consenso.

9.8.    BORMIOLI informa inoltre che “Titolare” dei dati personali ai sensi di legge è Bormioli Pharma S.r.l., con sede legale in Milano, Corso Magenta n. 84, 20123. In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del Titolare del trattamento, ai sensi dell’articolo 15 ss. del Regolamento UE 2016/679, ossia potrà ottenere la conferma dell’esistenza dei Suoi dati personali e chiederne la loro comunicazione in forma intelligibile. Avrà altresì diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettificazione, l’integrazione e la cancellazione dei dati o la limitazione del trattamento, nonché il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei Suoi dati personali, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta. Ai sensi dell’art. 77 del Regolamento UE 2016/679, inoltre, ha diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei Dati nel caso in cui ritenga che il trattamento violi il citato Regolamento.Tutte le suddette richieste possono essere rivolte tramite posta elettronica alla casella Privacy@bormiolipharma.com  o posta ordinaria all’indirizzo: BORMIOLI PHARMA S.R.L., Viale Martiri della Libertà n. 1, 43036 Fidenza(PR).

Art. 10 - Codice Etico

10.1.    Il Fornitore dichiara di avere ricevuto o comunque di avere tratto dal sito internet di BORMIOLI copia del codice etico di BORMIOLI (di seguito il “Codice Etico”) e di accettare i canoni e i principi in esso espressi, obbligandosi alla puntuale e rigorosa osservanza dei principi di comportamento elencati in detto Codice.
BORMIOLI provvederà a portare prontamente a conoscenza del Fornitore eventuali modifiche che dovessero venir apportate al Codice Etico.

10.2.    Il Fornitore provvederà a comunicare all’Organismo di Vigilanza di BORMIOLI eventuali violazioni del Codice Etico di cui venisse a conoscenza in occasione della stipula o dell’esecuzione del Contratto.

10.3.    In caso di grave violazione da parte del Fornitore a disposizioni del Codice Etico, la Committente potrà intimare al Fornitore per raccomandata a.r. di adempiere entro il termine di sette giorni, con espresso avvertimento che, decorso inutilmente detto termine, il Contratto si intenderà risolto di pieno diritto.

10.4.    Il Fornitore dovrà adottare tutte le misure necessarie ad evitare e prevenire la commissione dei reati di cui al D.Lgs. n. 231 del 2001 e al D.Lgs. n. 81 del 2008.
Il Fornitore dovrà adottare un valido ed efficace Modello 231, idoneo a prevenire i reati in esso contemplati, e fare in modo che tale modello venga regolarmente attuato e posto in essere, e la sua esecuzione e osservanza costituiscano oggetto di rigorosa vigilanza da parte dei soggetti a ciò deputati.

10.5.    In caso di imputazione a carico di amministratori o dipendenti del Fornitore, anche solo a titolo di concorso, per reati presi in considerazione dal D.Lgs. n. 231 del 2001 o di disposizioni normative a tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro o a tutela dell’ambiente, BORMIOLI avrà diritto di risolvere con effetto immediato il Contratto.
E’ impregiudicato in ogni caso il diritto di BORMIOLI al risarcimento da parte del Fornitore degli eventuali danni subiti.

Art. 11 - Disposizioni generali

11.1.    Ogni avviso od altra comunicazione richiesta od ammessa dal Contratto avverrà per iscritto e potrà essere consegnata a mani, inviata via fax o per posta elettronica o per raccomandata (con avviso di ricevimento), salvo specifica diversa indicazione prevista nel Contratto.

11.2.    Il Contratto può essere modificato soltanto mediante accordo scritto sottoscritto da entrambe le Parti.

11.3.    La possibile tolleranza di una delle Parti ad una qualsiasi violazione del Contratto posta in essere dall'altra non potrà essere considerata quale acquiescenza o rinuncia a far valere la disposizione violata né costituirà rinuncia della stessa Parte al diritto di fa valere ogni termine e clausola del Contratto.

11.4.    Nel caso in cui alcuno dei termini o delle disposizioni del Contratto sia nullo o inefficace, le rimanenti disposizioni rimarranno pienamente valide e vincolanti, tranne nel caso in cui la disposizione nulla o inefficace sia ritenuta essenziale da una delle Parti.

Le Parti dovranno condurre delle trattative secondo buona fede al fine di sostituire le disposizioni nulle o inefficaci con altre valide e vincolanti, in modo tale da ottenere lo stesso effetto, per quanto possibile, della clausola originaria.

11.5.    I titoli degli articoli del Contratto sono stati inseriti solo per facilitare i richiami e non se ne dovrà tener conto nell'interpretazione dello stesso.

11.6.    Il Contratto non potrà essere ceduto e/o trasferito a nessun titolo, neppure parzialmente, dal Fornitore a terzi, senza il preventivo consenso scritto di BORMIOLI. Del pari il Fornitore, senza il preventivo consenso scritto di BORMIOLI, non potrà affidarne, neppure in parte, l’esecuzione a terzi.

11.7.    Le disposizioni che espressamente o implicitamente sono destinate a sopravvivere alla scadenza o risoluzione del Contratto, rimarranno in vigore nonostante l'intervenuta scadenza o risoluzione e indipendentemente dalle ragioni e causali per le quali si è prodotta.

11.8.    Qualsiasi riferimento operato nel Contratto a disposizioni normative o regolamentari o al contenuto di autorizzazioni dovrà intendersi riferito alla versione di volta in volta vigente, o alla normativa emanata in sostituzione di disposizione abrogata. Salvo diversamente ed espressamente convenuto tra le Parti, il Fornitore assume integralmente l’alea di nuovi investimenti e/o maggiori costi richiesti dall’esecuzione del Contratto in conseguenza di mutamenti normativi e/o di promulgazione di nuove norme, anche semplicemente di carattere tecnico.

11.9.    I giorni, ai quali si fa riferimento nel Contratto al fine del computo o dell'indicazione di termini, debbono intendersi come giorni di calendario, salvo diversamente espressamente precisato.

Art. 12 - Legge applicabile - Foro Competente

12.1.    Il Contratto è disciplinato dalla legge italiana, con esclusione, per quanto attiene ai contratti con caratteri di internazionalità, delle disposizioni della Convenzione di Vienna del 1980 sulla vendita internazionale di beni mobili, nonché delle norme sul conflitto di leggi.

12.2.    Per ogni e qualsiasi controversia comunque originata dal presente Contratto o ad esso relativa sarà competente in via esclusiva e inderogabile il Foro di Parma (Italia), impregiudicate eventuali disposizioni inderogabili di legge anche in tema mediazione e conciliazione, ove applicabili.




INFORMATIVA BREVE COOKIES

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento del sito stesso ed utili alle finalità illustrate nella Cookies Policy. Il sito utilizza cookies di analisi che permettono di avere informazioni su come gli utenti utilizzano il sito web, su come ci sono arrivati, sul numero e la durata delle visite e consente anche l'invio di cookie di "terze parti". L’informativa estesa è reperibile al link http://www.bormiolipharma.com/it/cookie_law_ita, ove vengono fornite le indicazioni sull'uso dei cookie tecnici e analytics ed inoltre, in cui viene data la possibilità di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Alla pagina dell'informativa estesa è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante chiusura del presente banner, scorrimento della pagina presente, accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un'immagine o di un link) comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie.